Radio Popcorn


Vai ai contenuti

BIOGRAFIE

ARTISTI ANNI 70

VILLAGE PEOPLE
I Village People sono un gruppo musicale statunitense di disco music, attivo soprattutto negli anni settanta e ottanta.
Il gruppo fu fondato da Jacques Morali e del suo socio Henri Belolo. Nel 1977 a Grenwich Village in un bar gay incontrano un ragazzo vestito da indiano, che fornisce loro lo spunto per creare una band per i frequentatori gay dei clubs.
Felipe Rose, "l'Indiano" (di vere origini), fu il primo elemento al quale si aggiunsero altri 5 eclettici artisti che vestiti con i costumi che indossavano di solito per ballare nelle discoteche diedero vita ai Village People: Randy Jones "il Cowboy", David Hodo "il Muratore" , Glen Hughes "il Motocicilista", Alexander Briley "il Militare" e il cantante solista Victor Willis "il Poliziotto", tutti di Greenwich Village, citta' da cui prende spunto il nome del gruppo. Il successo dei Village People fu immediato ma stranamente non negli Usa, ma in Gran Bretagna con il primo singolo mix "San Francisco" del 1977. Il successo arrivo più per il modo di intrattenere il pubblico che per le caratteristiche vocali, il loro ritmo riusciva a coinvolgere fans di ogni età. Il grande successo in madrepatria non si fa attendere ed arriva "Macho Man" (1978), che vende piu' di un milione di copie. Appena sei mesi dopo esce l' Lp "Cruisin" che li consacrerà nell'olimpo delle disco bands: l'album diventa disco di Platino mentre il singolo estratto, "Y.M.C.A." arriva N° 2 nella Charts Americane vendendo più di due milioni di copie. Il 1979 li vede ancora vincenti con l'album "Go West", altro disco di platino e il singolo "In the Navy" (N°.3 negli Stati Uniti) seguito da "Live and Sleazy", un doppio live contenente anche degli inediti, che esce alla fine dello stesso anno. Nonostante tutto la loro carriera stava volgendo al termine, seguendo la stessa sorte della discomusic.Nel 1980 il film semi-autobiografico fu un fiasco e la poco venduta colonna sonora "Can't Stop the Music" siglò anche la fine del loro prezioso contratto con la Casablanca Records.
I Village People passarono alla nuova etichetta RCA che cercò di rilanciarli con la nascente tendenza musicale "New Romantic" ma l'album "Renaissance" non fu all'altezza. Nel 1984 rientrarono nelle classifiche con il singolo "Sex Over The Phone", brano che diede addio alle scene discografiche del gruppo, che sebbene con cambi di formazione continua ad esibirsi, prendendo anche parte a trasmissioni televisive.


Singoli 45 giri
1977 – San Francisco (You've Got Me)
1977 – Village People
1978 – I Am What I Am
1978 – Macho Man
1978 – YMCA
1979 – Go West
1979 – In the Navy
1979 – Ready for the 80's
1979 – Sleazy
1980 – Can't Stop the Music
1980 – Magic Night
1981 - 5 O'Clock In The Morning
1985 – Sex Over the Phone
(Fonte:Wikipedia)

ARTISTI ANNI 80

DEN HARROW
Den Harrow all'anagrafe è Stefano Zandri di Nova Milanese (MB), nato il 4 giugno 1962,è l'uomo immagine di un progetto musicale degli anni 80. Il nome d'arte, quello con cui è conosciuto secondo la leggenda nasce come storpiatura in inglese maccheronico della parola 'denaro'.
Dopo un inizio come fotomodello, incontra Roberto Turatti (DJ milanese), Michele Chieregato (DJ e musicista) e Enrico Ruggeri che diventeranno suoi produttori. Nel 1983 Den Harrow pubblica il suo primo disco mix: To Meet Me. Con il suo secondo singolo A Taste Of Love, conquista il mercato italiano, greco e spagnolo, oltre a quello del Regno Unito. Nel 1984 riceve tre dischi d’oro e vende un milione di copie.
E' del 1985 il suo primo album: Overpower da cui è tratto il singolo Future Brain. Il 1986 sigla altri tre successi: Catch The Fox, Charleston e Bad Boy, che in totale fruttano un milione e mezzo di copie vendute e un disco d’oro in Francia, riceve inoltre il premio “Otto Walht” d’argento (come secondo miglior cantante europeo). Nel 1987 Den Harrow riesce ad ultimare un nuovo album intitolato Day By Day e ad estrarne Don’t Break My Heart, brano con il quale entra nelle Top Five in Italia, Grecia, Germania e Paesi Bassi; inoltre con quest’ultimo brano si guadagna un nuovo disco d’oro in Francia e un disco di platino in Canada. Durante l’anno successivo rimane in classifica in Germania e Regno Unito per dodici mesi, conquistando un nuovo “Otto Walht”, superando Michael Jackson in classifica ed aggiudicandosi un nuovo disco d’oro. Sul finire del decennio degli anni 80, esce con l’album: Lies.
L'anno dopo il 1989 pubblica la raccolta di successi "The Best Of Den Harrow". In seguito Den Harrow risale sul palcoscenico del Festivalbar in tre tappe diverse, dopo alcune produzioni musicali e ospite televisivo si trasferisce da Milano a Roma, dove vive attualmente.








Produzioni Discografiche 45 Giri:
1983 To Meet Me
1983 A Taste Of Love
1984 Mad Desire
1985 Future Brain
1985 Bad Boy
1986 Overpower
1986 Charleston
1986 Catch The Fox
1987 Don't Break My Heart
1987 Tell Me Why
1987 Energy Rain
1988 Day By Day
1988 Born To Love
1988 You Have A Way
1988 Lies
1989 Holiday Night
1989 Take Me Back

(Fonte:Wikipedia)

ARTISTI ANNI 70

BARRY WHITE
Barrence Eugene Carter, meglio noto come Barry White (Galveston, 12 settembre 1944 – Los Angeles, 4 luglio 2003), è stato un cantante e produttore discografico statunitense. Nella sua carriera ha vinto numerosi Grammy Award ed ha venduto più di 100 milioni di dischi. Crebbe nei quartieri meridionali di Los Angeles; membro di una gang a diciassette fu messo in prigione per un furto di pneumatici.
Terminata la detenzione, all'inizio degli anni sessanta iniziò ad esibirsi dapprima in gruppo poi come solista con poca fortuna, mentre riuscì ad avere un qualche successo come autore. Nel 1969 mise insieme un gruppo di tre cantanti donne chiamato Love Unlimited.Il gruppo riuscì ad avere un contratto con la 20th Century Fox Records e a piazzare in classifica la ballata soul Walking in the Rain.
Il gruppo crebbe in fama nella decade successiva. Fu lavorando ad alcuni demo che la casa discografica gli propose di cantare egli stesso, invece che di limitarsi a produrre canzoni per altri.Tra i suoi successi - che hanno fatto ballare miliardi di romantici lenti ed innamorare tanti giovani in tutto il mondo, per via della sua calda e pastosa voce - si annoverano, tra gli altri, I'm Gonna Love You Just a Little More Baby (1973), Never, Never Gonna Give You Up (1973), Can't Get Enough of Your Love, Babe (1974), You're the First, the Last, My Everything (1974), What Am I Gonna Do With You (1975), Let the Music Play (1976), Your Sweetness is My Weakness (1978), Change (1982), Sho' You Right (1987) e Practice What You Preach (1994).Il concerto del 1998, live nel Central Park di New York con Luciano Pavarotti, è stato un evento musicale visto da più di un miliardo di persone in mondovisione.
Cronicamente iperteso per diverso tempo, anche a causa della sua notevole mole, subisce un blocco renale nell'autunno del 2002 ed un infarto nel 2003 che lo costringe a ritirarsi dalle scene. Muore all'età di 58 anni il 4 luglio 2003 per un altro blocco renale.
Barry White era stato anche uno dei doppiatori di Coonskin, cartone animato.






Discografia Anni 70/80:

1973 I've Got So Much to Give - Disco d'oro
1973 Stone Gon' 20 - Disco d'oro
1974 Can't Get Enough... - Disco d'oro
1974 Together Brother
1975 Barry White's Greatest Hits - Disco di platino
1975 Just Another Way to Say I Love You - Disco d'oro
1976 Let the Music Play
1976 Is This Whatcha Wont?
1977 Barry White Sings for Someone You Love - Disco di platino
1978 The Man - Disco di platino
1979 I Love to Sing the Songs I Sing
1979 The Message Is Love - Disco d'oro
1980 Sheet Music
1981 Barry White's Greatest Hits Vol. 2
1981 Barry & Glodean (with Glodean White)
1981 Beware!
1982 Change
1983 Dedicated
1985 Heart and Soul
1987 The Right Night & Barry White
1988 The Collection
1989 The Man Is Back!
( Fonte: Wikipedia)


ARTISTI ANNI 80

MODERN TALKING

Il gruppo musicale tedesco è composto da Dieter Bohlen e Thomas Anders.
Alcuni tra i loro brani più celebri sono tutti raccolti nei primi tre album della loro produzione. Testi e suoni delle canzoni vengono scritti tutti da Bohlen che affida una ritmica assai studiata alla maggior parte dei suoi brani, mentre la voce è di Anders. Il loro successo si configura soprattutto in Germania, in Russia e in molti Paesi dell'est europeo ma anche in Francia, Spagna e Giappone. In Inghilterra entrano in classifica solo una volta con il singolo Brother Louie. In Italia il loro successo è legato soprattutto ai singoli You're My Heart, You're My Soul, Cheri Cheri Lady e Atlantis is Calling, i dischi che seguono hanno comunque riscosso un discreto successo di vendite.
Terminato questo breve triennio di successi internazionali, il duo si scioglie, e Bohlen si dedica ad un progetto tutto suo, i Blue System,con notevoli risultati in termini di successi in tutta Europa anche se in Italia rimane pressoché sconosciuto. Anders riprende la carriera da solista con risultati meno importanti in termini di vendita, ma dimostrando di sapersi staccare dal pop/dance dei Modern Talking confermando ottime doti vocali anche in altri generi. Dopo dieci anni dedicati ai rispettivi progetti solisti , Bohlen e Anders ritornano a formare i Modern Talking, pubblicando nel 1998 l'album Back for Good. L'album contiene i più grandi successi del duo riletti in chiave moderna più quattro inediti: I Will Follow You, Don't Play with My Heart, We Take a Chance e Anything is Possible. La produzione continua fino al 2003, quando annunciano il nuovo e definitivo scioglimento.Bohlen si è in seguito dedicato all'attività di produttore discografico per Sony/BMG scoprendo numerosi giovani talenti, cantanti di successo in Germania, tutti usciti dai talent show tedeschi in onda sul canale tv RTL, a cui Bohlen partecipa come giudice e talent scout.Anders è tornato alla sua carriera da solista producendo alcuni album pop.





Singoli Anni 80
1984 You're My Heart, You're My Soul
1985 You Can Win If You Want
1985 Cheri Cheri Lady
1986 Brother Louie
1986 Atlantis is Calling
1986 Geronimo's Cadillac

1986 Give Me Peace on Earth
1987 Jet Airliner
1987 In 100 Years

Album Anni 80

1985 The 1st Album
1985 Let's Talk About Love
1986 Ready for Romance
1986 In the Middle of Nowhere
1987 Romantic Warriors
1987 In the Garden of Venus


( Fonte: Wikipedia )

ARTISTI ANNI 70

CHIC
Nile Rodgers e Bernard Edwards si incontrato nel 1970, come colleghi musicisti lavorano intorno al circuito di Manhattan. Essi formano un gruppo rock chiamato The Boys e successivamente La Big Band di Apple, suonando numerosi concerti intorno a New York City. Ma, nonostante l'interesse per loro non ottenengono un contratto discografico, forse in parte perché le aziende di musica del tempo non credono che gli artisti neri potrebbero creare musica vendibile.
Nel 1977 il batterista Tony Thompson si unisce alla band e lo segue la cantante Norma Jean Wright con una doppia carriera tra la band e quella da solista. Creano così un demo tape, che comprendeva i brani "Dance, Dance, Dance e "Everybody Dance," e il gruppo prende il nome di Chic. Riescono a firmare un contratto con l' Atlantic Records, nel 1977 esce l'album di debutto omonimo CHIC che era un'estensione del nastro demo. Ma Edwards e Rogers ora erano convinti che era necessario aggiungere un altra cantante femminile a fronte della band e Wright suggerisce l'amica Luci Martin, che diventa un membro all'inizio della primavera del 1978.Nel tardo 1978 , la band pubblicò C'est Chic, contenente uno dei suoi brani più famosi, "Le Freak." Il singolo è stato un enorme successo, di tutte le classifiche statunitensi e la vendita di oltre 6 milioni di copie. Era il disco piu' vendito finora dall'Atlantic Records.L'anno seguente, il gruppo pubblicò l'album Risque' contenente il singolo "Good Times", una delle canzoni più famose dell'epoca. La base musicale fu usata per il successo del gruppo hip-hop della Sugarhill Gang con il singolo Rapper's delight.
Allo stesso tempo, Edwards e Rodgers compongono e arrangiano prodotti molto influenti in discoteca per artisti affermati, compresi le Sister Sledge con l'album We Are Family (1979) e Love Somebody (1980); Sheila e B.Devotion con "Spacer"; Album del 1980 di Diana Ross: Diana, che comprendeva i singoli hit "Upside Down", "I ' m Coming Out" e "My Old Piano". Gli Chic contribuiscono a introdurre nel mondo un cantante emergente Luther Vandross, che ha cantato in diversi loro album e ha contribuito a definire il caratteristico stile vocale di chic.
In seguito il contraccolpo anti-disco e il calo delle vendite fece in modo che negli anni ottanta il gruppo si sciolse. Rodgers ed Edwards producono dischi per un'ampia varietà di artisti, insieme e separatamente. Rodgers co-produce l'album di David Bowie del 1983 Let's Dance e furono anche in gran parte responsabili per il successo di Madonna nel 1984 con il suo album Like a Virgin, quando nuovamente si riuniscono Rodgers, Thompson ed Edwards. Nel 1984, Rodgers ha lavorato con il gruppo Power Station per l' album hit del 1985, cantante era Robert Palmer. Nel 1986, Rodgers ha prodotto il quarto album dei Duran Duran, Notorious. Il bassista dei Duran Duran John Taylor era stato a lungo un grande fan degli Chic, il suo stile lo ha sempre influenzato. Edwards, purtroppo, morì di polmonite all'età di 43 anni durante un viaggio il 18 aprile 1996. Thompson morì di cancro al rene, il 12 novembre 2003, all'età di 48 anni.Il 19 settembre 2005, il gruppo è stato onorato durante una cerimonia alla Dance Music Hall of Fame di New York, in ben tre categorie: Artisti di fama , Miglior singolo per "Good Times" e migliori produttori musicali.
Discografia anni 70 e 80:
Titolo: CHIC - 1977, include hits single: Dance, Dance, Dance - Everybody Dance

Titolo: C´EST CHIC - 1978, include hits single: Chic cheer - Le freak -
Savoir Faire - I want your love

Titolo: RISQUE - 1979, include hits single: Good Times - My feet keep dancing - My forbidden Lover

Titolo: REAL PEOPLE - 1980, Include hits single: Real People - Rebels are we

Titolo: TAKE IT OFF, 1981

Titolo: TONGUE IN CHIC, 1982
( Fonte: Wikipedia )


ARTISTI ANNI 80

IVANA SPAGNA
Ivana Spagna conosciuta anche come Spagna è nata a Valeggio sul Mincio il 16 dicembre 1956) è una cantautrice italiana.
È un'artista di livello internazionale, infatti i suoi album sono stati pubblicati e sono entrati in classifica in numerosi paesi europei ed extraeuropei, tra cui Inghilterra, Germania, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Australia, Giappone e Stati Uniti. Con oltre 10 milioni di dischi venduti, traguardo per il quale nel 2006 le è stato consegnato dalla FIMI il Disco d'Oro alla carriera, è tra gli artisti italiani che hanno avuto maggiore successo commerciale in Italia e all'estero.
I primi passi di Spagna nel mondo della musica avvengono nel 1971 quando viene messa sotto contratto dall'etichetta Dischi Ricordi ma dopo due 45 giri flop la casa discografica non le rinnova il contratto. Durante gli anni settanta Spagna canta con il suo gruppo, gli Opera Madre, di cui fanno parte il fratello Theo e il suo compagno di allora Larry Pignagnoli, nelle varie discoteche e balere d'Italia.I primi anni ottanta vedono Spagna dapprima prestare la sola voce a gruppi di successo come le Fun Fun, poi cantare anche con la propria immagine, utilizzando però gli pseudonimi di Mirage, Barbara York e Yvonne K, pseudonimo quest'ultimo col quale registrerà i successi, entrambi Disco d'Oro, "I've got the music in me" e "Rise up for my love". Contemporaneamente firma come autrice vari brani di successo legati alla disco music italiana di quegli anni. Il vero inizio della carriera e il successo arrivano nel 1986 quando Ivana, usando il solo cognome come nome d'arte, quindi "Spagna", autoproduce per sé stessa la canzone in inglese dal timbro dance: Easy Lady con le quali raggiunge la notorietà internazionale. La casa discografica non investe molto su Spagna perché in quel periodo c'è inflazione di artisti italiani che cercano di sfondare nella dance cantando in inglese. Come più volte ricordato da Spagna stessa, la risposta delle case discografiche era sempre la medesima: "Una cantante italiana che si chiama Spagna e che canta in inglese non avrà mai successo". Ma per puro caso delle copie del singolo vengono esportate in Francia dove il singolo piace ai dj delle radio e la canzone inizia ad entrare in rotazione nelle playlist. Si avvicina l'estate e i turisti tedeschi, inglesi e scandinavi in vacanza in Francia sentono la canzone, che piace. Easy Lady verrà richiesta anche nelle radio del mondo tedesco e anglosassone. È così che la CBS, major discografica internazionale in seguito inglobata dalla Sony Music, mette ufficialmente sotto contratto Spagna programmando il suo lancio sul mercato musicale internazionale: Easy Lady entra nella Top 5 delle classifiche ufficiali europea, francese, spagnola, tedesca ed al numero 1 in Italia per ben 6 settimane consecutive, vendendo un totale di oltre due milioni di copie.Il 1987 è l'anno della conferma: il nuovo singolo di Spagna è Call me che anticipa l'album Dedicated to the moon. Call me in Italia si posizionerà al secondo posto, ma raggiungerà il vertice assoluto della classifica europea ed addirittura il numero 2 nella classifica inglese, dove Easy Lady era riuscita a salire solo alla posizione 62. Dato l'enorme successo, superiore anche a quello del precedente singolo, Call me verrà anche esportata negli Stati Uniti dove si posizionerà a un lusinghiero 13º posto della classifica dei singoli dance di Billboard. In totale la canzone venderà oltre due milioni di copie. L'album Dedicated to the moon sarà uno dei primi ad essere stampato anche in supporto CD e vincerà un premio internazionale per essere stato il disco che ha venduto di più in quell'anno su quel supporto. La tiratura del primo album di Spagna raggiunge le cinquecentomila copie. I singoli estratti dall'album sono, oltre ai già citati Easy Lady e Call me, Dance Dance Dance, l'LP vince il Festivalbar del 1987 (ad oggi Spagna è l'ultima donna ad averlo vinto).
Nel 1988 esce il secondo album: You are my energy, sempre edito dalla CBS e dedicato da Spagna alla memoria del padre recentemente scomparso, in cui i pezzi pur rimanendo nel solco del pop e della disco, presentano sonorità più rock. Il primo singolo estratto è Every Girl and Boy che raggiunge la Top 5 europea e la Top 25 britannica, seguito da I wanna be your wife, pezzo dal sapore rock accompagnato da un video in stile dark. Ultimo singolo estratto da questo album sarà This Generation (III), mentre con Let me, che non esce come singolo ma solo come airplay radiofonico, Spagna partecipa al Festival di Sanremo 1989 come ospite internazionale.

(Fonte : Wikipedia )



ARTISTI ANNI 70

ROCKETS
I Rockets sono stati un gruppo musicale francese molto famoso in Italia tra gli anni settanta ed ottanta per successi quali Future Woman, Space Rock, One More Mission, Electric Delight e soprattutto la cover On the Road Again, ancor oggi udibile in radio, e Galactica, vero e proprio tormentone del 1980 che ha permesso loro di vincere il Telegatto come miglior gruppo straniero. Il loro genere iniziale era rock, definito subito dalla stampa "space-rock" per le venature fantascientifiche dei testi e dell'aspetto scenico, e per le sonorità elettroniche ed aliene.
La line-up del gruppo nel periodo di maggiore attività (1977-1982) era costituita dal frontman/cantante Christian Le Bartz, dal chitarrista Alain Maratrat, dal bassista e cantante Gerard L'Her, dal tastierista Fabrice Quagliotti e dal batterista Alain Groetzinger. Sesto elemento può essere considerato il produttore francese Claude Lemoine, che li creò e contribuì sostanzialmente a definirne il "sound".I Rockets sono ricordati per vari motivi:
Si presentavano alle loro esibizioni come dei veri e propri extraterrestri, ricoprendosi il viso con una speciale crema argentea e vestendosi con delle tute in tessuto argenteo dal design fantascientifico. Il loro suono faceva larghissimo uso di elettronica, pur includendo anche basso, chitarra e batteria tradizionali. I loro concerti erano caratterizzati dall'utilizzo di spettacolari effetti visivi (raggio laser e fumi), artifizi pirotecnici, come bombe e bazooka spara fiamme (succedeva spesso che qualche spettatore si ferisse) e particolari effetti sonori, tra cui talk-box, vocoder e grande utilizzo di tastiere. Furono fra i primi, nel dicembre 1977, ad inserire l'effetto delle luci laser nei loro concerti. Il primo album dei Rockets è l'omonimo lavoro del 1976 (uscito l'anno seguente nel resto d'Europa). Il disco è anche conosciuto familiarmente come Future Woman dal nome del brano-guida, presente in due versioni differenti che aprono e chiudono il disco. È anche conosciuto come il "Disco Verde", dal cromatismo prevalente in copertina. L'unico pezzo che crea un certo movimento in radio è il sopracitato Future Woman, ma anche lo strumentale Apache, remake di un classico degli inglesi Shadows del 1962 si fa notare.
Il secondo album (1978) porta il nome del brano che a tutti gli effetti li lancerà come pezzi da novanta delle classifiche centro-europee: On the Road Again. La base è un vecchio pezzo blues dei Canned Heat, blues band del Sud degli USA, pezzo che i Rockets interpretano secondo il loro caratteristico stile, facendone un tormentone disco-psichedelico che vende uno spropositato numero di copie ed è ballato in tutte le discoteche nell'estate 1978. Il resto dell'album inoltre è della stessa caratura; i pezzi sono omogenei tra loro sia in stile che in sonorità. Inoltre, la quantità e l'uso degli strumenti elettronici (vocoder e sintetizzatori, ma anche percussioni elettroniche e effetti per chitarra) è onnipresente e per giunta molto avveniristico. Nel 1978 i Rockets, si può dire, "emigrano" in Italia. Il produttore Maurizio Cannici, boss della CGD-Messaggerie Musicali, storica etichetta italiana, si "innamora" di loro e riesce quasi a trapiantarli, con l'effetto che dall'estate 1978 in poi i Rockets saranno presenti in pianta stabile sul nostro territorio molto più di quanto non lo siano nella stessa Francia o nel resto d'Europa. L'operazione commerciale di Cannici sortisce ottimi risultati: i Rockets in Italia arrivano subito in TV, e le vendite dei dischi, le presenze ai concerti e sulle riviste sono pari a quelle dei più grandi calibri della musica internazionale. I Rockets, per nulla intontiti dal successo, lavorano molto bene, velocemente e in maniera molto competente: nel 1979 esce il loro disco di maggior successo, Plasteroid, che aumenta ed espande il lavoro fatto sul disco precedente. Qui la produzione è ancora più decisa; i suoni più ricercati e percussivi; gli strumenti sono di più, meglio suonati e meglio registrati; l'elettronica è quanto di meglio offrisse la tecnologia analogica di quel tempo(gli strumenti digitali non erano ancora disponibili e si lavorava solo in analogico), ma è anche ben calibrata e non ossessiva. Ma è soprattutto il materiale musicale a fare la differenza. L'album ottiene il disco d'oro e di platino (oltre 1 milione di copie). Plasteroid è unanimemente considerato il loro lavoro migliore, e il più rappresentativo in senso globale; le canzoni sono scritte quasi tutte a quattro mani: dal bassista Gerard L'Her, che di solito le canta anche tutte, e dal chitarrista Alain Maratrat. Contribuiscono anche gli altri tre in misura marginale. Il cantante Christian Lebartz ha una posizione un po' particolare: è sicuramente il frontman dal vivo, dove catalizza l'attenzione del pubblico "interpretando" le canzoni anche con le movenze sul palco, ma in realtà canta molto poco (solo alcuni interventi col vocoder e alcune strofe qua e là). Il cantante principale di tutti gli album dei Rockets dal '77 all'84 è infatti il bassista L'Her. I testi, nella stragrande maggioranza, parlano di visioni di un mondo futuro, non ci sono testi d'amore, di introspezione, di denuncia, o altro; una ragione per la quale parte del pubblico li considera, in ogni caso, un gruppo "leggero". Un'altra nota va fatta sui numerosi brani strumentali presenti nei loro dischi. I Rockets in 5 dischi ne inseriscono addirittura 8 (10 se non consideriamo alcune voci di sottofondo presenti in un paio di brani), un vero record. Tra il 1979 e il 1980 escono anche un album dal vivo, Live, ed una compilation con un paio di brani inediti, Sound of the Future; essi nulla aggiungono e nulla tolgono alla loro fama e sono destinati solo ai fans più fedeli e ai collezionisti. Durante il 1979 i Rockets cambiano ancora una volta i costumi usati e lo show dal vivo cresce a misura di stadio: i laser sono molto potenti ed in numero notevole, e gli artifici tecnici di scena si sprecano. Ma il culmine doveva essere raggiunto verso l'inizio dell'anno 1980, quando inizia il tour italiano, e il palco deve ora ospitare due enormi conchiglie contenenti le intere postazioni di tastiere e batteria, e due grandi uova contenenti il chitarrista e il bassista: queste quattro grosse e complesse macchine scenografiche si aprono ad inizio spettacolo in un tripudio di fumo, luci e laser sulle note della prima canzone. Alla fine del concerto, si richiudono con dentro i musicisti. Nella primavera 1980 esce il loro lavoro-culmine, Galaxy, un disco dove il gruppo riversa tutte le sue energie e potenzialità, quasi a voler fare una sorta di monumento musicale a sé stessi. Il livello del materiale musicale è paragonabile al lavoro precedente, quindi molto buono, ma è certamente meno spontaneo, più incostante ed eccessivamente tecnologico. La registrazione è a livelli di perfezione mai raggiunti prima. Il "tiro" dei brani è aggressivo, il tempo molto scandito, e si intravede il primo accenno della tecnologia digitale che permette la replicazione infinita di segmenti di musica senza che il musicista fisicamente li ri-suoni; tutto questo contribuisce a creare un album potente e molto maschio, preciso e cristallino. Il successo commerciale rimane abbastanza costante anche per questo disco, nonostante però sia quasi chiaro a tutti come il periodo d'oro della band sia ormai passato e questo album rappresenti la chiusura di un periodo. Del resto anche il clima musicale nel mondo è ormai cambiato: finiti i fasti degli anni '70 dove si poteva tentare di tutto e finiti anche i tempi della disco, è iniziata la grande riscossa della musica indipendente, iniziata con il punk e la New Wave in Inghilterra già nel '77-'78, e giunta ormai a maturità commerciale nel 1980.
Per adeguarsi a queste tendenze i Rockets rimettono in discussione se stessi e il proprio sound, e non ultimo il loro aspetto scenico. Forse questo crea grosse tensioni tra loro e il loro management, infatti dopo varie questioni ed incomprensioni con i loro produttori, la situazione si assesta in una forma ibrida: le nuove canzoni non sono più scritte prevalentemente da l'Her e Maratrat, bensì molte portano la firma del produttore Lemoine o di autori esterni. Entrano a suonare sul disco anche musicisti che avevano collaborato coi Rockets a inizio carriera; circolano servizi fotografici in cui i costumi argentei da alieni sono sostituiti da abbigliamento informale o da lavoro. L'album che esce nel 1981, Pigreco 3,14, non è male, ma se si pensa che il grande pubblico ha ormai spostato l'attenzione sulle produzioni new wave inglesi, non puo' reggere il confronto. I suoni più scarni, la produzione più moderna, l'intervento di altri musicisti e le voci di donna non ottengono i risultati sperati. Le canzoni non sono brutte ma "non camminano da sole". Nel complesso l'album non disturba troppo le classifiche e gli show dal vivo si restringono parecchio in dimensioni e in affluenza di pubblico. Il successivo Atomic (autunno 1982), ottiene ancora un buon successo di classifica, anche grazie all'ottima hit che lo precede in primavera: Radio Station. Quest'ultimo disco sancisce ufficialmente la fine del "periodo argentato" e in seguito la band rischia di finire nel dimenticatoio.
Nel 1984, per la prima volta senza Claude Lemoine, i Rockets, quasi irriconoscibili, con meno idee è già piuttosto divisi - Christian Lebartz è stato sostituito dal pur bravo Sal Solo (inglese, ex new-waver, già cantante dei Classix Nouveaux ) e pure Gerard L'Her verrà rimpiazzato a breve - si presentano ancora rapati a zero, però struccati, con gilet gialli hi-tech che poco hanno a che fare con il look "spaziale", e propongono Imperception, album di buon riscontro, il cui singolo Under The Sun diviene la sigla di chiusura del festival di San Remo di quell'anno.
Per il successivo One Way (1986) addirittura adottano un look "new romantic" e il nome modificato in "Rok-etz". Segue un tour che ha un discreto successo, ma ormai i continui abbandoni dei componenti storici, stanchi di suonare dal vivo e troppo affezionati al passato, hanno fatto perdere ai Rockets/Rok-etz una parte della loro originalità e della loro forza e dopo il tour il gruppo si scioglie.
Nel giugno 2007 è stato pubblicato in tiratura limitata il cofanetto The Silver Years dedicato in parte ai fans e ai collezionisti, il quale ripropone per la prima volta su CD i primi 7 album dei Rockets, dall'omonimo LP del 1976 fino ad Atomic uscito nel 1982, comprendendo anche Live uscito solo in Italia nel 1980 e alcune bonus track. ( Fonte : Wikipedia )


ARTISTI ANNI 80

MADONNA
Madonna Louise Veronica Ciccone (nata a Bay City, 16 agosto 1958) è una cantautrice, attrice, scrittrice, regista, ballerina e produttrice discografica, stilista e cinematografica .Molti ritengono che il nome "Madonna" sia solo il nome d'arte scelto dalla cantante per provocazione: in realtà Madonna è il suo nome di battesimo ed era anche il nome di sua madre. Secondo il Guinness dei primati e il Billboard Magazine, Madonna è l'artista femminile che ha guadagnato di più in tutti i tempi, stimando in oltre 450 milioni il numero di dischi venduti, tra album in studio e raccolte e oltre 250 milioni di singoli. È la quarta artista ad aver venduto di più in tutti i tempi.
Sin da piccola Madonna fu iscritta a corsi di canto e di danza, dimostrando di avere notevoli qualità soprattutto in quest'ultima disciplina.
Madonna frequentò la Rochester Adams High School, eccellendo soprattutto negli sport e come membro della squadra di cheerleaders. Dopo essersi diplomata nel 1976, Madonna ricevette una borsa di studio per la danza per frequentare l'University of Michigan. Nel 1977 Madonna lasciò il college alla fine del secondo anno per recarsi a New York e proseguire la sua carriera come ballerina e cantante.Madonna visse a New York versando in grosse difficoltà economiche, si adatta a compiere diversi lavori, come quello della modella per studenti di pittura o per fotografi, i quali, una volta diventata famosa vendettero le immagini a Playboy e Penthouse. Durante questo periodo studiò danza moderna con Martha Graham. Inoltre realizzò numerose performance con compagnie di danza moderna. Nel 1979 venne contattata da Patrick Hernandez e volò a Parigi per partecipare come corista e ballerina per il brano Born to Be Alive.Nel 1982 Madonna conosce il dj Mark Kamins, e firma il suo primo contratto discografico con la Sire Records che, nell'ottobre dello stesso anno, pubblica il suo primo singolo, Everybody, che raggiunse la posizione numero 3 della Billboard Dance Chart. Il singolo ottenne anche una buona programmazione sulle radio R&B, facendo pensare che Madonna fosse un'artista di colore. Il secondo singolo, pubblicato nel 1983, fu Burning Up, che raggiunse la numero 3 della Billboard Hot Dance/Club Play Chart. Nel luglio del 1983 Madonna pubblica il suo primo album, intitolato semplicemente Madonna. Venne certificato con 5 dischi di platino in America.
Un mese dopo la pubblicazione dell'album esce il terzo singolo di Madonna Holiday che rappresenta il primo vero successo della cantante. Il brano infatti raggiunse la posizione numero 16 della Billboard Hot 100 Chart e fu la prima Top 20 di Madonna in molti paesi. Nel 1984 vengono pubblicate altre due Top 10 hits: Borderline e Lucky Star. Nel 1984 Madonna pubblica il suo secondo album, Like a Virgin. L'album raggiunge la posizione numero 1 della "Billboard Top 200 Albums Chart". Lanciato soprattutto dal successo della title track Like a Virgin, il disco diventa un successo planetario grazie anche al successo dei singoli Material Girl, Angel e Dress You Up. "Like a Virgin" ebbe enorme successo negli Stati Uniti, dove ha venduto oltre 10 milioni di copie ed è stato certificato come disco di diamante. Sino ad oggi "Like a Virgin" ha venduto nel mondo oltre 21 milioni di copie.
Quest'album rappresenta il vero punto iniziale del successo mondiale di Madonna ed una pietra miliare della futura strategia di immagine che la star adotterà nella sua carriera: il frequente cambio di immagine e di stile.
Nel 1985 Madonna riprova con la carriera cinematografica con una breve apparizione come cantante di un club nel film Crazy for you, in cui è contenuta la canzone omonima, oltre a questa partecipa anche con la canzone Gambler che ottenne un buon successo in alcuni paesi tra i quali l'Italia. Il suo primo ruolo da protagonista arriva poco dopo, nel film Cercasi Susan disperatamente, che ottiene un buon successo commerciale negli Stati Uniti e grazie al quale Madonna riceve buone critiche per la recitazione. Il film è da ricordare soprattutto per la colonna sonora che contiene la canzone Into the Groove, che regala a Madonna la sua prima numero 1 nella classifica inglese e diventa un grande successo in molti Paesi europei.
Nel giugno del 1986 Madonna pubblica il suo terzo album, True Blue. È il primo album di un'artista femminile ad entrare direttamente alla numero 1 della "Billboard Top 200". L'album è un'autentica raccolta di successi, anticipato dalle numero 1 Live to Tell e Papa Don't Preach, seguito poi dal brano che dà il titolo all'album, e piazza nella "Billboard Top 10" le hits True Blue e La isla bonita. Nel 1986 Madonna recita nel film Shanghai Surprise e come protagonista nel film commedia Who's That Girl, un grande successo di vendite per la colonna sonora (disco di platino negli U.S.A.), che include 4 successi di Madonna: Who's That Girl (che raggiunge la numero 1 della classifica americana), Causing a Commotion, The Look of Love e Can't Stop. Alla fine del 1987 Madonna pubblica una raccolta remixata dei suoi precedenti successi, intitolata You Can Dance, che vende 6 milioni di copie nel mondo e viene certificato disco di platino negli USA.
Nel 1989 pubblica il suo quarto album in studio, Like a Prayer, il terzo consecutivo a raggiungere la vetta della classifica americana. Dall'album vengono estratti 6 singoli. L'album contiene Like a Prayer, Express Yourself, Cherish, Keep It Together, Dear Jessie, la top 20 hit Oh Father ma anche Love Song in cui Madonna duetta con Prince. L'album vende 17 milioni di copie e viene certificato 4 dischi di platino negli USA. Il brano Like a Prayer diventa in breve tempo il singolo più venduto di Madonna negli anni ottanta con oltre 4 milioni di dischi.Nel 1990, Madonna interpreta Breathless Mahoney nel film Dick Tracy al fianco di Warren Beatty. Il film ottiene un buon successo commerciale e Madonna ottiene critiche favorevoli per l'interpretazione del suo ruolo di vamp. L'album di Madonna I'm Breathless contiene 3 brani della colonna sonora . Dall'album vengono estratti due singoli, Hanky Panky e Vogue; lanciato nell'aprile del 1990, quest'ultimo vende quasi 6 milioni di copie. Per Madonna la storia continua.....

Discografia Singoli:
Di seguito la lista dei singoli di Madonna in ordine cronologico e con le vendite mondiali (in milioni di copie):

1982 Everybody 0.5m
1983 Burning Up 1.1m
1983 Holiday 2.2m
1984 Borderline 1.6m
1983 Lucky Star 2.1m
1984 Like a Virgin 4.5m
1985 Material Girl 4.1m
1985 Crazy for You 2.3m
1985 Angel 1.1m
1985 Into the Groove 5.1m
1985 Dress You Up 3.2m
1985 Gambler 0.6m
1986 Live to Tell 3.2m
1986 Papa Don't Preach 4.5m
1986 True Blue 3.0m
1986 Open Your Heart 2.8m
1986 Where's the Party
1986 La isla bonita 3.0m
1987 Who's That Girl 6.8m
1987 Causing a Commotion 1.3m
1987 The Look of Love 1.5m
1988 Spotlight 0.3 m
1989 Like a Prayer 10.0 m
1989 Express Yourself 3.0m
1989 Cherish Like a Prayer 2.3m
1989 Oh Father 1.1m
1989 Dear Jessie 1.0m
1990 Keep It Together 1.1m
1990 Vogue 6.2m


(Fonte : Wikipedia)




ARTISTI ANNI 70

BEE GEES
I Bee Gees sono un gruppo musicale britannico, formatosi in Australia e divenuto uno dei complessi musicali di maggior successo nella storia della musica. Il nome del gruppo deriva da Brothers Gibb (ossia fratelli Gibb).I fratelli Gibb sono:Barry, voce, chitarra acustica, Robin, voce, Maurice,voce, basso, tastiera, chitarra.Il trio conobbe un enorme successo in tutti gli oltre quarant'anni d'attività. Divennero famosi per i loro impasti vocali e, nella seconda metà degli anni settanta, per la cantata in falsetto. I tre fratelli collaboravano spalla a spalla nella stesura delle loro canzoni, nonché alla scrittura dei testi di alcuni successi interpretati da altri artisti. Assumono il nome Bee Gees (Brothers Gibb) e fanno la loro prima apparizione televisiva nel 1960. The Battle of The Blue & Grey del 1963 è il loro primo singolo ufficiale. Dopo una serie infinita di singoli di successo per tutti gli anni 60 e 70 arriva la proposta di realizzare una colonna sonora.
Nel 1977 il gruppo conosce un trionfo senza precedenti: compongono la colonna sonora del film La febbre del sabato sera con John Travolta. Se la pellicola riscuote un successo clamoroso, la colonna sonora diventa il disco più venduto nella storia con oltre 30 milioni di copie vendute (24 settimane consecutive in testa nelle classifiche americane). Oltre la celeberrima "Stayin'alive"(USA N.1 UK N.2), sono inclusi i brani "Night fever"(USA UK N.1) e "How deep is your love"(USA N.1 UK N.3). Da ricordare altri due singoli che si piazzano nelle classifiche, scritte ma non cantate dai fratelli Gibb, "If I can't have you" di Yvonne Elliman(USA N.1) e "More than a woman" dei Tavares(USA N.7). Sulla scia dell'enorme fama di cui godono ora i Bee Gees, non sorprende il successo di altri due singoli scritti e prodotti dai fratelli Gibb, "Emotion" di Samantha Sang(USA N.3) e "Grease" di Frankie Valli(USA N.1). Alla fine del 1978 i Bee Gees pubblicano il singolo "Too Much Heaven" (USA N.1 UK N.3) che conquista la vetta delle classifiche di mezzo mondo. In questo periodo sono indiscutibilmente il gruppo più famoso del mondo.Nel 1979 pubblicano l'album "Spirits Having Flown"(15 milioni di copie vendute e altro successo miliardario) e collezionano altri due singoli scala classifiche "Tragedy" rimane primo in Italia per otto settimane, "Love You Inside Out" per sei.Grazie a questo ultimo singolo i Bee gees registrano un nuovo record.Sono i primi (e finora unici )artisti ad avere avuto 6 singoli consecutivi al numero uno nelle classifiche americane.
A ottobre esce "bee gees greatest"(USA N.1 UK N.6) ennesimo trionfo. Nel 1981, i Bee Gees pubblicano "Living Eyes"(USA N.41), album che marca la fine dell'era della disco music. Solo nel 1987 i Bee Gees tornano alla ribalta delle classifiche di tutto il mondo con l'album "E.S.P."(UK N.5 ), che vende tre milioni di copie. Il singolo "You Win Again"(UK N.1) è primo in numerosi paesi, ma negli Stati Uniti arriva solo 75°. Dopo una serie di successi per tutti gli anni 90, con presenza costante nella Top 40 Uk e Americana, e la pubblicazione di svariati album e singoli nel 2003 Maurice, che nel frattempo è diventato il direttore musicale del gruppo, muore improvvisamente il 23 gennaio, per complicazioni dovute a un blocco intestinale. Inizialmente Robin e Barry pensavano di continuare a cantare per la memoria mantenendo unito il gruppo, poi hanno deciso di ritirare il nome Bee Gees, in memoria del loro fratello, affinché esso ricordasse il trio musicale. Riunitisi dopo il 2003 soprattutto a fini di beneficenza, il 12 settembre del 2009 Barry e Robin hanno dichiarato che torneranno ad esibirsi utilizzando il nome "Bee Gees".

Singoli Anni 70,80 e 90

You Should Be Dancing 1976
How Deep Is Your Love 1977
Stayin' Alive 1978
Night Fever 1978
Too Much Heaven 1978
Tragedy 1979
Love You Inside Out 1979
Spirits (having flown) 1980
He's a liar 1981
Living eyes 1981
The woman in you 1983
Someone belonging to someone 1983
You Win Again 1987
ESP 1987
Angela 1988
Ordinary lives 1989
One 1989

Album Anni 70,80 e 90
Saturday Night Fever 1977
Sgt. Pepper's 1978
Spirits Having Flown 1979
Greatest 1979
Living Eyes 1981
Staying Alive 1983 n
E.S.P. 1987
One 1989

( Fonte: Wikipedia )









ARTISTI ANNI 80

DURAN DURAN

I Duran Duran sono un gruppo musicale britannico, formatosi a Birmingham nel 1978; considerato parte del movimento New Romantic (come Visage e gli Spandau Ballet) e uno dei gruppi-bandiera degli anni ottanta. Dal 1981 ad oggi con oltre 80 milioni di dischi venduti sono la band New Romantic ad aver maggior numero di vendite. Il gruppo è stato creato da due compagni di liceo: Nick Rhodes alle tastiere, e John Taylor al basso. In seguito si sono poi aggiunti Roger Taylor alla batteria, Andy Taylor alla chitarra e Simon Le Bon alla voce. Il nome del gruppo trae ispirazione dal nome dal cinema, il cattivo Durand Durand del film cult di fantascienza Barbarella. Pionieri nell'uso massiccio di video musicali, all' avanguardia e di forte impatto visivo, all'inizio degli anni ottanta i Duran si pongono come complesso leader ed artefice di quella che venne definita la «seconda invasione britannica», con cui ci si riferisce a band ed artisti britannici che, nel corso della decade,riuscirono a sfondare nelle classifiche statunitensi, solitamente chiuse alla musica proveniente dall'estero. Il primo album, dal titolo: Duran Duran, è del 1981, e fu anticipato dal primo singolo, Planet Earth che si piazzò in 12° posizione nella Top 20 inglese. La canzone divenne la bandiera incontrastata del movimento "new romantic". Il singolo che seguì, Careless Memories, si classificò solo al 37° posto. Tuttavia, con il terzo singolo, Girls On Film, i Duran Duran consacrarono la sempre crescente notorietà. Dal 1982 in poi, il successo Duran Duran avrebbe assunto dimensioni globali . Nel maggio dello stesso anno, lanciarono il loro secondo album Rio che si piazzò al #2 delle charts britanniche, supportato da 4 singoli, che raggiunsero la Top-20: My Own Way (#14), Hungry Like The Wolf (#5), Save A Prayer (#2) e Rio (#9).Per soddisfare una nuova e ardente esplosione di interesse Americano per i Duran Duran, il complesso decise di produrre una nuova edizione, a metà del 1983, del loro primo album, aggiungendovi un nuovo singolo: Is There Something I Should Know?. In Inghilterra il brano entrò direttamente alla #1 (evento raro per quel tempo), e raggiunse la #4 negli Stati Uniti, trascinando anche il primo album Duran Duran nella top ten statunitense dove divenne in breve disco di platino.Finalmente alla fine del 1983, diedero alle stampe Seven and the Ragged Tiger, che comprendeva i successi Union of the Snake, New Moon on Monday e The Reflex; in questo modo i Duran Duran in un solo anno piazzarono nella Top-20 americana ben tre album. Il video di Union of the Snake, il primo singolo pubblicato, venne messo in onda alla tv esattamente una settimana prima del lancio del singolo alla radio. L'album dal vivo Arena del 1984 fu caratterizzato da brani di successo cantati dal vivo e dal singolo Wild Boys, il singolo ancora oggi è un'icona per la band. Nel 1985, dopo anni di tour non-stop e di studio session, i Duran Duran decisero di prendersi un lungo riposo dallo sfrenato stile di vita degli anni precedenti. Anche se questo appariva una pausa di riflessione, in realtà, a causa di differenti visioni creative, il gruppo (composto da cinque membri) si divise in due diverse bands. Gli Arcadia e Power Station.I Duran Duran si riunirono per contribuire alla colonna sonora del film di James Bond Agente 007 - Bersaglio mobile (A View To A Kill). Rimane tuttora l'unico brano tratto dalle colonne sonore della serie di 007 ad essere diventato numero uno nelle classifiche statunitensi; il singolo divenne una mega hit mondiale e arrivò alla #2 nelle classifiche inglesi. Finalmente nel Settembre 1986, Warren Cuccurullo ex dei Missing Persons, riempì i vuoti lasciati da Andy Taylor, e insieme a Nile Rodgers, diedero vita al completamento dell'album Notorious, che venne lanciato nell'ottobre 1986 dai Duran Duran ridotti ad un trio. Anche se il brano che titola l'album, raggiunse la #7 in patria e la #2 sul mercato statunitense confermandosi un mega hit a livello mondiale, la band ridotta a tre sembrava aver perso quello smalto, la loro era ormai una musica più matura, intima, e meno "pop". L'album Notorious, pur vendendo bene (disco di platino negli USA senza troppi affanni) divenne il disco meno venduto della band a quel punto della loro carriera. Il secondo singolo estratto da Notorious, la sexy-funky Skin Trade, divenne col tempo un classico tra i più amati dai fan della band, ma al momento della pubblicazione nel 1987 fu il primo singolo dei Duran a non centrare la top twenty inglese e americana dopo 4 anni ai vertici delle classifiche.L'album successivo Big Thing del 1988 comprendeva i singoli I Don't Want Your Love, che divenne una hit in Europa e arrivò al #4 negli Stati Uniti, All She Wants Is, che riscosse successo soprattutto in patria (#9) e nelle charts europee; il terzo singolo fu Do You Believe In Shame?. Big Thing fu il primo album della carriera dei Duran Duran a non raggiungere il milione di copie vendute negli USA, fermandosi al disco d'oro. Verso la fine del 1989 lanciarono una raccolta dei loro più grandi successi intitolato Decade, insieme al remix Burning The Ground, una megamix di ritagli intrecciati di successi. Anche se non si è mai sciolto, il complesso è comunque passato, nel corso della sua intera carriera, attraverso diversi cambiamenti, alcuni minori altri più importanti, che, oltre all'avvicendarsi dei vari membri, hanno riguardato soprattutto lo stile musicale e la presentazione dei propri lavori sul mercato, oltre che il diverso grado d'importanza dato all'aspetto visivo e al look, quest'ultimo passato in secondo piano specialmente negli anni novanta. Essi, inoltre, hanno sempre abbracciato le nuove possibilità offerte dalla tecnologia. Basterebbe ricordare che sono stati il primo gruppo ad offrire in vendita un proprio brano, Electric Barbarella, per il download su internet, nel 1997, e ad entrare nell'universo virtuale di Second Life.

Album principali
Duran Duran (1981)
Rio (1982)
Seven and the Ragged Tiger (1983)
Arena (live) (1984)
The Wedding Album (1993)
Greatest (1998)
Singoli principali
Hungry Like The Wolf (1982)
Is There Something I Should Know? (1983)
The Reflex (1983)
Wild Boys (1984)
Ordinary World (1993) ( Fonte : Wikipedia )

ARTISTI ANNI 70

GLORIA GAYNOR
Gloria Gaynor, nome d'arte di Gloria Fowles (Nata a Newark il 7 settembre 1949) è una cantante statunitense.E' stata un'esponente di spicco della disco music è nota particolarmente per la famosa I Will Survive.Gloria Gaynor iniziò nei Soul Satisfiers una band jazz/pop negli anni sessanta. Con la cover di Never Can Say Goodbye, pubblicata nel 1974, Gloria Gaynor ottenne un primo grande successo, entrando nella top ten della classifica statunitense: la canzone fu tra le prime ad avviare il fenomeno della disco music, che sarebbe esploso in tutto il mondo a partire dal 1977.
Alcune canzoni meno famose in Italia sono Honey Bee (1974) e Casanova Brown (1975), mentre molto nota è anche la cover di Reach Out, I'll Be There, dei The Four Tops. Nel 1978 esce l'album Love Tracks, da cui fu estratto il singolo che l'avrebbe resa celebre in tutto il mondo: I Will Survive racconta di una donna, lasciata di recente, che dichiara al suo ex-fidanzato di non aver più bisogno del suo aiuto e che se la sarebbe cavata benissimo da sola. La canzone conobbe un successo strepitoso e, tuttora, è, non di rado, mandata in onda, anche in discoteca o in eventi particolari. Al tempo fu eretta a simbolo dell' emancipazione femminile mentre oggi è l'inno ufficioso della comunità gay.Curiosamente, la casa discografica aveva pubblicato il 45 giri con la nota canzone incisa sul lato B, a favore della semisconosciuta Substitute, considerata "più orecchiabile". I DJ, tuttavia, capirono presto il potenziale della canzone e l'etichetta si trovò costretta a incidere le copie successive con i lati invertiti. Non a caso, il singolo raggiunse la vetta della classifica stilata da Billboard già dalla prima settimana. Nonostante i 30 anni dall'uscita del singolo che la rese popolarissima, Gloria Gaynor è ancora subissata di richieste di partecipazioni a spettacoli per esibirsi in "I Will Survive". Il declino della musica disco segnò profondamente la carriera della Gaynor, che conobbe, da allora, sempre meno fama, se si esclude l'estemporanea popolarità avuta nel 1983 con I Am What I Am (1983).A metà degli anni novanta la cantante decise di dedicarsi alla recitazione e comparve, tra le altre cose in alcune fiction.In tempi recenti si è riavvicinata agli studi di registrazione e nel 2002 ha pubblicato il suo primo disco dopo oltre vent'anni I Wish You Love. Entrambi i singoli estratti dall'album, Just Keep Thinking About You e I Never Knew, hanno scalato le classifiche dance fino al primo posto. Il 19 settembre 2005 Gloria è stata ammessa nella Dance Music Hall of Fame, sia come cantante che per il singolo I Will Survive.

ALBUM

1974 Never Can Say Goodbye
1975 Experience Gloria Gaynor
1976 I've Got You
1977 Glorious
1978 Park Avenue Sound
1979 I Have a Right
1979 Gloria Gaynor
1979 Love Tracks
1980 Stories


( Fonte : Wikipedia )

ARTISTI ANNI 80

HUMAN LEAGUE
The Human League (nome derivante dal videogioco Starforce: Alpha Centauri uno dei primi wargame di fantascienza) sono un gruppo musicale nato a Sheffield, in Gran Bretagna, nel 1977. Pionieri della musica creata con strumenti elettronici alla fine degli anni settanta e poi del synth pop all'inizio degli anni ottanta. Ware e Marsh erano uniti dall'amore per due stili musicali abbastanza diversi tra loro, lo stile Motown, e la musica elettronica. Comprarono un così un sintetizzatore e cominciarono a produrre musica nel loro studio,formando un gruppo:The Future. Si aggiunge poi Philip Oakey e in un secondo tempo Adrian Wright.
I primi due lavori pubblicati furono tiepidi successi.Dopo poco il gruppo si divide, Ware e Marsh recuperano Glen Gregory e danno vita agli Heaven 17, mentre Oakey e Wright proseguono col nome Human League. Per soddisfare le esigenze del tour europeo assumono Ian Burden al basso e allargano il gruppo con due cantanti diciassettenni, Susanne Ann Sulley e Joanne Catherall, incontrate in un club della loro città. Nell''81, sotto l'egida della Virgin, registrarono il loro album più di successo : Dare, trascinato nelle vendite dal singolo Don't You Want Me, numero uno nella classifica britannica, raggiungendo anche la seconda posizione negli Stati Uniti . In questa fase della loro carriera gli Human League venivano associati a un movimento musicale, il neoromanticismo. Dopo anni passati senza grandi idee finalmente nel 1984 pubblicarono il singolo, The Lebanon, che raggiunse l'undicesima posizione in GB.
L'album, che seguì di lì a poco, dal titolo Hysteria per il difficile e teso processo di registrazione, divise critica e pubblico e non ebbe il successo che ci si sarebbe potuti attendere. Nell''86 la Virgin mise al loro fianco una coppia di produttori americani, che avevano appena lavorato al grande successo internazionale di Janet Jackson, realizzando il singolo Human, e il conseguente album omonimo. Gli anni 90 si aprono con la registrazione dell'ultimo album, Romantic?. I scarsi successi costrinsero la casa discografica a non rinnovare il contratto. Nel 1995 un ritorno a sorpresa e di successo con l'album di quell'anno,Octopus. Nessun disco venne pubblicato da parte della band fino al 2001, quando uscì Secrets. La critica li accolse molto bene, anche per il rinnovato interesse verso la musica anni '80 e il pop elettronico. Negli anni successivi, il gruppo ha comunque continuato ad esibirsi dal vivo con successo, senza disdegnare la partecipazione a qualche tour di vecchie glorie degli anni '80, e ha pubblicato un dvd live.
ALBUM
1979 - Reproduction.
1980 - Travelogue.
1981 - Dare.
1982 - Love and dancing.
1984 - Hysteria.
1986 - Crash.
1990 - Romantic?
1995 - Octopus.
2001 - Secrets.
EP
1979 - The dignity of labour.
1980 - Holiday '80.
1983 - Fascination!
2002 - Dance like a star.
( Fonte : Wikipedia )


ARTISTI ANNI 70

BONEY M.
I Boney M. sono un popolare gruppo musicale disco, europop ed eurodance formato da quattro cantanti e ballerini caraibici diretti dal produttore discografico tedesco Frank Farian che, non di rado, forniva la sua voce per alcuni brani. Raggiunsero l'apice della popolarità nella seconda metà degli anni settanta, diventando, insieme agli ABBA, il gruppo più famoso del momento in Europa, Africa, Asia meridionale, Sud-est asiatico e nei Paesi arabi. Ad oggi vantano oltre cento milioni di copie vendute in tutto il
mondo.Cominciarono nel dicembre del 1974, con il singolo "Baby Do You Wanna Bump" (Boney era il nome di un eroe di una serie tv australiana) con i vocalist Marcia Barrett, Liz Mitchell, Maizie Williams e Bobby Farrell. Il singolo inizialmente ebbe un buon successo solo nei Paesi Bassi e nel Belgio e quando il gruppo dovette apparire in Tv, Farian scelse temporanemante quattro nuovi artisti da presentare negli shows; l'aborigeno Maizie Williams, Sheila Bonnick, Nathalie e Mike. Più tardi al gruppo si unì Liz Mitchell (ex "Les Humphies Singers"). Nello stesso anno successo bissato con "Daddy Cool" il singolo diventa numero 1 in Germania e in vari paesi europei, seguito dal remake di Bobby Hebb "Sunny" che seguì la stessa sorte. Maggio 1977, "Ma Baker" e il successivo "Belfast" entro nei primi dieci della stessa chart UK. Nel 1978, i Boney M erano al massimo della popolarità con "Rivers of Babylon / Brown Girl in the Ring", che diventò il secondo singolo più venduto nella storia della classifica inglese. Il brano entrò anche negli Usa ma solo al n° 40. Settembre 1978 UK: "Rasputin" ancora nei Top 10 seguito da "Mary's Boy Child"/"Oh My Lord", quinto singolo più venduto della storia. Il 1979 regala al gruppo ancora primati: a marzo "Painter Man" e ad aprile "Hooray! Hooray! nei primi 10 in UK e a settembre l'album "Oceans Of Fantasy" numero uno. Con la rapida scomparsa della musica Disco il gruppo segue la sorte di tanti altri cantanti: rimane attivo ma non i ripete i successi precedenti. Nel 1992 i Boney M rientrano nei Top 10 di varie classifiche Europeee con un megamix dei loro principali successi. Nella loro carriera i Boney M sono stati premiati con 18 dischi di Platino e 15 di Oro per gli Lp, più di 200 dischi d'Oro e Platino per i singoli, con oltre 150 milioni di dischi venduti in tutto mondo.

Album

1976 - Take The Heat Off Me
1977 - Love For Sale
1978 - Nightflight to Venus
1979 - Oceans of Fantasy
1980 - The Magic of Boney M. - 20 Golden Hits
1981 - Boonoonoonoos
1981 - Christmas Album
1984 - 10.000 Light Years
1984 - Kalimba de Luna - 16 Happy Songs
1985 - Eye Dance
1986 - The Best of 10 Years - 32 Superhits
1988 - Greatest Hits Of All Times - Remix´88
1989 - Greatest Hits Of All Times, Vol. 2 - Remix´89
1992 - GOLD - 20 Super Hits
1993 - More GOLD - 20 Super Hits Vol.2
1999 - 20th Century Hits
2000 - Their Most Beautiful Ballads
2005 - ...Sings The Hits Of Boney M.
2006 - The Magic Of Boney M.


ARTISTI ANNI 80

IMAGINATION
Imagination è il nome di un gruppo soul e dance inglese formato da tre componenti, venutosi a formare nei primi anni ottanta. Essi hanno vinto 4 dischi di platino, 9 d'oro e oltre una dozzina di dischi d'argento in tutto il mondo tra il 1981 ed il 1983.La formazione era composta da Leee John. nato vicino a Londra, il 23 giugno 1957, ha origini legate all'isola di Saint Lucia. Cresciuto in New York, studia Teatro alla Anna Scher Theatre School, e lavora come cantante quando conobbe gli altri componenti della band. Ashley Ingram, il chitarrista/bassista, nato il 27 novembre 1960 in North-ampton. Errol Kennedy, il batterista, nato il 9 giugno 1953 a Montego Bay, in Jamaica.Il trio manda la versione demo di un brano, chiamato "Body Talk", ai produttori Jolley & Swain. Questo viene rilasciato in versione singolo nell'aprile del 1981 sotto il nome del gruppo Imagination, come tributo a John Lennon. Il singolo raggiunse la quarta posizione nella UK Singles Chart nel Maggio 1981, vendendo 250.000 copie in UK e rimanendo diciotto settimane nella Top 50.
Altri due singoli, "In and Out of Love" (letteralmente "Dentro e fuori l'amore", in settembre) e "Flashback" ( in novembre), raggiunsero quell'anno la sedicesima posizione. Questi tre singoli sono presenti nell'album Body Talk.Il loro più grande successo,"Just an Illusion" raggiunse la seconda posizione nel marzo 1982 e fu seguito da "Music and Lights" (letteralmente "Musica e luci", numero cinque in giugno nella UK Singles Chart), "In the Heat of the Night" (letteralmente "Nel calore della notte", raggiunse la ventiduesima posizione in Settembre e diede il nome al loro secondo album) e "Changes" (letteralmente "Cambiamenti" si piazzò alla trentunesima posizione ed uscì il 31 dicembre). Questo singolo fu accompagnato da un tour europeo che andò tutto esaurito, con ventidue date in UK. Il trio appariva frequentemente sul programma della BBC Top Of The Pops, e su altri programmi di musica pop, con uno stile che si distingueva per il suo gusto esotico, per i costumi ripresi dagli antichi senatori Romani ed altri particolari tipici del gruppo. La band è anche conosciuta per lo stile esoterico delle note di copertina. Successivamente il gruppo cominciò ad essere in declino in UK, ma continuò ad esibirsi nei tour e a registrare album fino ai primi anni novanta. John scomparve dalla scena musicale e solorecentemente è ricomparso in televisione con un reality show in the Usa. Ingram ebbe successo come autore dei testi della cantante Des'ree. Errol Kennedy vive a Londra e assieme a suo figlio Spencer, suona cover in una band.

Album

Body Talk (1981)
In The Heat Of The Night (1982)
Night Dubbing (1983)
Scandalous (1983) (reintitolato New Dimension per U.S.)
Trilogy (1986)
Closer (1987)
Imagination - All The Hits (reintitolato Like It Is)(1989)
Fascination Of The Physical (1992)
Best of Imagination (1995)

( Fonte : Wikipedia )

ARTISTI ANNI 70

GIORGIO MORODER
Totalmente autodidatta, Giorgio Moroder, con il suo lavoro innovativo con i sintetizzatori durante gli anni settanta, ebbe una particolare influenza sulla disco music e la musica elettronica in generale. Inizia l'attività come cantante di musica leggera nel 1968, incidendo vari 45 giri con i nomi d'arte Giorgio e George; partecipa inoltre al Cantagiro 1970 con Luky Luky.Nel 1977 ebbe un primo notevole successo per la collaborazione con le Munich Machine per il brano Get on the Funk Train, ballatissimo nelle discoteche di quegli anni. Moroder ha prodotto anche diversi successi di disco elettronica per The Three Degrees (come la famosa The Runner), per gli Sparks (l'album No. 1 in Heaven e in particolare Beat the Clock, un brano che ebbe grande successo nel 1979).Diversi sono anche i successi ottenuti come cantante: From Here to Eternity del 1977, firmata semplicemente come "Giorgio", e The Chase, dell'anno seguente, tratto dalla colonna sonora del film Fuga di mezzanotte.Nel 1978 vinse l'Oscar per la migliore canzone con Last Dance, composta per il film Thank God, It's Friday con Donna Summer.Nel 1984 Moroder lavorò al restauro e alla riedizione del famoso film muto Metropolis. La sua versione del film introduceva una nuova e moderna colonna sonora rock, oltre ad essere stata riformattata a 24 immagini al secondo e ad integrare le didascalie nel film stesso come sottotitoli. Moroder ha composto la musica per le Olimpiadi di Los Angeles nel 1984 e per i Giochi di Seul nel 1988, oltre alla canzone To Be Number One per il campionato mondiale di calcio di Italia '90. gli anni ottanta Moroder lavorò anche alle musiche di film come Flashdance, American Gigolò, Top Gun e Scarface. Attualmente vive a Los Angeles (Beverly Hills), con la famiglia.Nel 2005 Moroder è stato nominato Commendatore dal Presidente italiano Carlo Azeglio Ciampi.
Discografia parziale Album

1976 - Knights in White Satin
1977 - From Here to Eternity
1978 - Battlestar Galactica
1978 - Midnight Express
1980 - E=MC2
1982 - Cat People
1983 - Solitary Men
1990 - To Be Number One
1992 - Forever Dancing
Filmografia
1978 : Fuga di mezzanotte e Grazie a Dio è venerdì con Donna Summer
1980 : A donne con gli amici e American Gigolo
1982 : Il bacio della pantera
1983 : Flashdance e Scarface
1984 : La storia infinita, Metropolis (versione colorata, rimontata e messa in musica da Moroder) e Electric dreams
1986 : Top Gun (la canzone Take My Breath Away)
1990 : La storia infinita 2

Riconoscimenti

Premio Bambi 1984 e 1988,
Oscar per la migliore canzone nel 1987 per "Take My Breath Away"
Oscar per la migliore canzone nel 1984 per "Flashdance...What a Feeling"
Oscar alla migliore colonna sonora nel 1979 per il film Fuga di mezzanotte Midnight Express e oltre 150 dischi d'oro

( Fonte : Wikipedia )

ARTISTI ANNI 80

A-HA
Gli A-ha sono un gruppo synthpop norvegese portato al successo nel 1985 dal brano Take On Me. La storia del gruppo può essere divisa in due parti: dal 1977 al 1993 e dal 2000 ad oggi.Paul Waaktaar-Savoy e Magne Furuholmen collaborano fin dalla tenera età. Nel 1980 pubblicano, insieme a Øystein Jevanord e Viggo Bondi, l'album autoprodotto Fakkeltog, stampato in 1.000 copie, con il nome di Bridges. Nel 1982 i Bridges, dopo avere inciso l'album Poem che non verrà stampato, si sciolgono: Paul e Magne vogliono partire per tentare la fortuna a Londra. I due partono ma hanno bisogno di un cantante, contattano quindi Morten Harket che in quel momento non era però disponibile. Tornati in Norvegia i due tentano nuovamente di convincere Morten che questa volta accetta. I tre partono alla volta di Londra. È l'inizio degli A-ha.Nel 1984 dopo numerosi tentativi falliti viene pubblicata per la prima volta Take On Me ma non funziona. Nel 1985 il brano viene arrangiato diversamente ed esce in una nuova versione accompagnata da un video animato. Il resto è storia. Il brano arriva ai primissimi posti in classifica di tutto il mondo, il video diretto dal regista Steve Barron è tuttora considerato una pietra miliare e scrive una pagina nella storia dei videoclip musicali. Gli A-ha sono ora una band famosa in tutto il mondo. Nel 1985 esce il loro primo album Hunting High and Low: è un successo. Il secondo singolo estratto da questo The Sun Always Shines On TV è un'altra canzone che fa storia. Nel 1986 esce Scoundrel Days il loro secondo album seguito nel 1988 da Stay on These Roads album accompagnato da un tour mondiale. È il 1990 ed esce il quarto album East of the Sun, West of the Moon seguito nel 1993 da Memorial Beach. Dopo questo album i componenti del gruppo sentono la necessità di proseguire ognuno per la propria strada e si dedicano a progetti solisti.È il 2000 gli A-ha tornano al successo con l'album Minor Earth Major Sky. Nel 2002 pubblicano Lifelines e questo album è l'ultimo inciso con la Warner Brothers. È il 2005 e gli A-ha si esibiscono sul palco del live 8 a Berlino, in Germania, stipulano un contratto con la Polydor tedesca.Tra Maggio e Giugno 2009 viene pubblicato l'ultimo album "Foot of the Mountain". Questo album segna il ritorno alle sonorità che avevano caratterizzato le opere della band all'inizio, voci alte, uso del synth, melodie melanconiche e liriche struggenti.Il 15 Ottobre 2009 attraverso il sito ufficiale A-ha.com la band annuncia lo scioglimento che avverrà con un concerto di addio previsto per il 4 dicembre a Oslo, a seguito di un ultimo tour mondiale.

Formazione: Il gruppo è composto da:
Morten Harket (14 settembre 1959) voce
Magne Furuholmen (1 novembre 1962) tastiere e chitarra
Paul Waaktaar-Savoy (6 settembre 1961), vero nome Pål Waaktaar chitarra

Discografia Album in studio

1980 - Fakkeltog
1981 - Poem
1985 - Hunting High and Low
1986 - Scoundrel Days
1988 - Stay on These Roads
1990 - East of the Sun, West of the Moon
1993 - Memorial Beach
2000 - Minor Earth Major Sky
2002 - Lifelines
2005 - Analogue
2009 - Foot of the Mountain
2003 - How Can I Sleep With Your Voice In My Head

Raccolte

1991 - Headlines and Deadlines The Hits Of a-ha
2004 - The Singles 1984-2004

( Fonte : Wikipedia )


ARTISTI ANNI 70

DONNA SUMMER
Donna Summer, all'anagrafe LaDonna Andre Gaines,è nata a Boston il 31 dicembre 1948.Donna Summer rappresenta una rarità nel panorama della disco music degli anni settanta. Sebbene sia stata una delle artiste più note di quel periodo, il suo repertorio non si esauriva nella disco music, ma includeva pezzi R&B, rock e gospel, che le valsero un Grammy Award per ciascuna categoria.La sua produzione è tuttora acclamata dalla critica moderna ed è una delle poche cantanti disco rivalutate dalla critica rock attuale. Nel 1968 Donna lascia casa per trasferirsi in Germania dove è stata scritturata per la versione tedesca del celebre musical Hair. Il suo nome d'arte deriva dal cognome del primo marito.
Nel 1974, con la collaborazione di Giorgio Moroder, incide il suo primo successo europeo, The Hostage, incluso nell'LP Lady of the Night.Un anno più tardi pubblica l'album che la renderà nota anche al mercato statunitense grazie alla distribuzione della Casablanca Records, Love to Love You Baby. In questo disco è inclusa una traccia lunga diciassette minuti, la title trac, costituendo e stabilendo un modello per la disco music. Dopo A Love Trilogy (1976) e il concept album Four Seasons of Love (1976), di moderato successo negli USA, ma di grande successo nell'Europa continentale, rilascia I Remember Yesterday nel 1977, in cui si trova I Feel Love, singolo che, oltre a costituire una delle maggiori hit della cantante, avrà enorme influenza in diversi generi musicali, tra i quali si annoverano in particolare la disco music, la musica elettronica e la musica techno.Altro concept album è Once Upon a Time. Un secondo schiacciante successo lo ottiene con Live and More, album che, di nuovo, inseriva una traccia di diciassette minuti, la cover di "MacArthur Park". Donna Summer canta e scrive forse il suo più grande successo, Bad Girls (1979), disco in cui spicca il singolo "Hot Stuff", che le garantirà il Grammy come miglior cantante femminile rock. La cantante diventa la prima artista a piazzare tre album doppi consecutivi al primo posto quando pubblica On the Radio. Nel 1980 Donna Summer lascia la Casablanca Records e firma per la Geffen Records, casa per cui scrive l'album The Wanderer e I'm a Rainbow, che prima del 1996 non fu pubblicato per timore di un flop. Per ordine dell'etichetta discografica la cantante abbandona gli autori storici Moroder e Bellotte, a favore dell'affermato Quincy Jones. Insieme a lui pubblica l'album Donna Summer, di cui spopolano le canzoni "Love Is in Control (Finger on the Trigger)", "Woman in Me" e "State of Independence", che sfonderanno in Europa. I primi anni ottanta rappresentano una frenata nella carriera della cantante, per via della nascita delle due figlie, e anche per la controversia che la volle coinvolta in uno scandalo giornalistico. Riprese a rientrare nelle classifiche con "She Works Hard For The Money" e il singolo del 1989 "This Time I Know It's for Real" diventa un successo prima in Europa e in seguito negli Stati Uniti. Negli anni novanta preferisce esibirsi in duetti (celebre quello con Liza Minnelli) e in cover. Rilascia alcuni famosi singoli come "Love is The Healer", molto popolare oltreoceano, e "Carry On", canzone con cui vinse il primo Grammy come miglior singolo dance. Nel 2004 entra per prima nella Dance Music Hall of Fame, insieme ai Bee Gees e a Barry White. Al 2005, Donna Summer ha vinto 5 Grammy award e 6 American Music Awards, 24 dischi d'oro e di platino negli USA e 19 dischi d'argento in Gran Bretagna. Ha venduto oltre cento milioni di copie in tutto il mondo ed è stata insignita di una stella alla Hollywood Walk of Fame nel 1994.Oscar 1978 per la canzone Last Dance della colonna sonora di Thank God It's Friday Nel maggio del 2008, dopo 17 anni Donna Summer ha pubblicato un nuovo album che include 13 canzoni inedite tra cui The Queen Is Back (la regina è tornata), un chiaro richiamo al suo ritorno in attività.
Discografia Album
1974 Lady of the Night
1975 Love to Love You Baby
1976 A Love Trilogy
1976 Four Seasons of Love
1977 I Remember Yesterday
1977 Once Upon a Time
1978 Live and More
1979 Bad Girls
1980 The Wanderer
1982 Donna Summer
1983 She Works Hard for the Money
1984 Cats Without Claws
1987 All Systems Go
1989 Another Place and Time
1991 Mistaken Identity
1994 Christmas Spirit
1996 I'm a Rainbow (registrato nel 81)
1999 Live and More... Encore
2008 Crayons

( Fonte : Wikipedia )





ARTISTI ANNI 80

SPANDAU BALLET

La formazione originaria degli Spandau Ballet è composta da cinque elementi (più uno): i fratelli Gary e Martin Kemp,il primo, autore di quasi tutti i brani della band, nonché chitarrista il secondo, bassista del gruppo, il sassofonista e percussionista Steve Norman, il cantante Tony Hadley, assieme al batterista John Keeble, quinto membro ufficiale della band, e al tastierista Toby Chapman, sesto membro ufficioso degli Spandau Ballet, con loro in tutti i dischi come turnista fisso, ma mai nel quintetto-base. Inizialmente ispirati da un misto di funk e synthpop, il gruppo New Romantic degli Spandau maturò infine uno stile molto elegante e raffinato, principalmente pop, con venature leggermente rock a tratti, e spiccatamente soul nelle melodie vocali e nell'uso del sax. Gli Spandau Ballet hanno venduto più di 25 milioni di dischi nel mondo. Il gruppo iniziò a suonare attorno a Londra, provocando molti commenti positivi.
A questo punto, la band fu al centro di un contenzioso tra le case discografiche, tutte le quali cercavano di accaparrarseli. Alla fine, il quintetto firmò con la Chrysalis Records, pubblicando il primo singolo To Cut a Long Story Short, prodotto dal musicista elettronico innovatore Richard James Burgess, fu un successo immediato nel Regno Unito, dove raggiunse il Top 5 nel 1980. Fu seguita da altre hits, quali The Freeze, Musclebound e il primo album di studio, Journeys to Glory (febbraio 1981), il quale, accolto più che positivamente (divenne Disco d'oro), servì a definire un nuovo genere musicale. Il secondo album Diamond (marzo 1982) e certificato Disco d'oro dalla BPI, conteneva l'influente singolo di orientamento musicale funky intitolato Chant No. 1. La band fece remixare a Burgess ogni singolo di entrambi gli album, da includere sul lato B di ciascun 45 giri e sui relativi maxi singoli. Questi mix, in séguito, furono raccolti tutti insieme in un'unica compilation. Gli Spandau Ballet pubblicarono il terzo album a febbraio del 1983, intitolato True, caratterizzato da un sound più adulto e contemporaneo. Anche il look cambiò ispirati agli anni quaranta, e da facce pulite.L'album raggiunse la vette delle classifiche in tutto il mondo, lanciando diversi singoli di successo internazionali, i più famosi dei quali furono Gold e la citata title track, True, che fu numero 1 in molti paesi.Il quarto album, Parade (giugno 1984) e i suoi singoli furono nuovamente grandi successi nelle classifiche di Europa, Australia e Canada e il brano di apertura, Only When You Leave, divenne la loro ultima hit americana. Alla fine del 1984 ottennero il Disco di platino con la loro prima raccolta di successi, intitolata The Singles Collection, edita dalla casa discografica storica, la Chrysalis Records, che tenne vivo l'interesse per il gruppo tra due album di studio, celebrando cinque anni di successi ininterrotti.
Nel 1986, gli Spandau Ballet firmano per la major CBS, pubblicando il nuovo album, Through the Barricades (ottobre 1986), che vide la band tentare di allontanarsi dalle influenze più spiccatamente pop/soul dei due dischi precedenti, abbracciando un sound più rock. Il long playing, la title track e il primo singolo estratto, Fight for Ourselves, furono grandi successi nella madrepatria, in Europa e in Australia, ma non negli Stati Uniti. Dopo una lunga pausa senza pubblicare dischi, durante la quale i fratelli Kemp si impongono come attori , il gruppo fa uscire Heart Like a Sky nel settembre 1989. L'album non fu pubblicato ovunque (per esempio, non uscì affatto negli USA), mentre in alcuni paesi uscì in edizione parzialmente limitata, e fu per lo più snobbato. Ottenne comunque successo nella fedele Italia. Dopo quest'ultimo disco, gli Spandau Ballet si sciolsero.Il 25 marzo 2009 il gruppo ha ufficialmente annunciato la reunion della band. Il 19 ottobre 2009, è uscito il nuovo album Once More, primo album dopo vent'anni di distanza dall'ultimo Heart Like a Sky che ripropone tutti i successi degli Spandau Ballet riarrangiati con due nuove canzoni tra cui Once more. .


Discografia Album Studio
1981 - Journeys to Glory
1982 - Diamond
1983 - True
1984 - Parade
1986 - Through the Barricades
1989 - Heart Like a Sky
2009 - Once More

Compilation


1985 - The Singles Collection
1986 - The Twelve Inch Mixes
1991 - The Best of Spandau Ballet
2000 - Gold: The Best of Spandau Ballet
2003 - Reformation (BOX 3 CD)

( Fonte : Wikipedia )


Torna ai contenuti | Torna al menu